Il parto, la nascita e i fiori di Bach

A cura di Grieco Rosa
In alcuni Stati ma ultimamente anche in Italia, consigliati da alcune ostetriche, è possibile l’uso di fiori di Bach al momento del parto, generalmente viene consigliato il Rescue Remedy, come supporto per la mamma per affrontare più serenamente le fasi del travaglio e del parto, mentre per il bimbo appena nato Star of bethlehem e Walnut, per supportare il bimbo nel trauma della nascita e del cambiamento ambientale.
Il travaglio.
Il travaglio è la preparazione al parto, la durata varia da donna a donna, non è possibile definire un tempo preciso. Esso è suddiviso in varie fasi:
– fase iniziale, detta anche fase prodromico, dove le contrazioni durano dai 30/60 secondi a tra una contrazione e l’altra si è abbastanza tempo addirittura a volte per sistemare le ultime cose e quindi avere anche quella serenità per prepararsi alla prossima contrazione.
– Fase attiva, dove è già presente una dilatazione dell’utero, le contrazioni sono più lunghe e più intense e più frequenti, con un massimo di 60 secondi di durata.
– Fase di transizione, diciamo che è la fase più difficile per mantenere l’auto-controllo, in genere si comincia ad essere un po’ stanche ed inoltre in alcuni casi si possono verificare tremori, stanchezza, nausea ed irrequietezza, ed ecco qui veramente possono essere un ottimo supporto le “goccine” di Bach, (Rescue Remedy), io le chiamo le goccine del pronto soccorso, sono utili in molti casi, ma in questo in particolare nello sconforto, nell’ansia, nella nausea, in quei casi dove lo stato emotivo è messo a dura prova, proprio come nel travaglio, quindi un valido aiuto per mantenere la calma, l’auto-controllo ed arrivare con serenità alla fase ultima .
– Fase espulsiva, la fase di maggiori contrazioni, spinte che porta il nascituro nel nuovo mondo e finalmente nelle braccia della mamma.
– Fase di secondamento, che avviene dopo pochi minuti dal parto, con l’espulsione della placenta.

Il neonato.
Il neo-nato, finalmente è nato e può essere messo a contatto pelle-pelle con la mamma, sentire il suo odore e rasserenarsi dopo l’evento della nascita che comunque è stato un momento traumatico, il passaggio da un ambiente soft, confortevole e rassicurante, ad un ambiente nuovo ove tutto è sconosciuto ed ha quasi un sapore disturbante, ecco che oltre al contatto con la mamma possiamo sostenerlo con i fiori di Bach, che possono essere il Rescue Remedy oppure una preparazione apposita composta da Walnut, per il cambiamento ambientale e Star of bethlehem, per il trauma subito durante l’espulsione finale.
I fiori di Bach possono essere usati anche nelle fasi successive della vita, prossimamente vi parlerò del rientro a casa.

Perché massaggiare i bimbi

Tecniche possibili e benefici: Il rilassamento, le coliche, il contatto, il tempo e benefici del massaggio.

Negli ultimi anni nella nostra società per motivi logistici si è perso l’utilizzo del contatto con i bimbi.
Il contatto nel massaggio.
Si è notato che nei popoli in cui questa pratica non è mai stata abbandonata i bimbi crescono con una maggior serenità, più socievoli, sorridenti, più disponibili nel gioco con i compagni e più aperti nelle condivisioni. Inoltre studi scientifici convergono nel confermare che il contatto e la pressione favoriscono la produzione di endorfine, naturali soppressori del dolore.
Le mani non solo comunicano amore, tenerezza, calore, ma attraverso il massaggio possono
infondere sicurezza e benessere. Infatti è stato riscontrato che avremo durante la crescita dei bimbi più sicuri di sé. Una équipe di ricercatori nel 2009 guidata da Lamberto Maffei (Scuola Normale di Pisa e Istituto di Neuroscienze – Consiglio Nazionale delle Ricerche) ha dimostrato gli effetti benefici del massaggio. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista The Journal of Neuroscience. Sono stati esplorati gli effetti del massaggio sullo sviluppo cerebrale, in un gruppo di bambini pretermine sani e i risultati mostrano che il massaggio influenza la maturazione dell’attività cerebrale evocata dalla visione e dell’acuità visiva. Nei bambini è stata inoltre valutata l’attività elettroencefalografica, che è risultata avere una maturazione più rapida nei bambini massaggiati.

Le coliche nei bimbi
Le coliche sono abbastanza frequente nei bimbi soprattutto nei primi 3 mesi di vita, le motivazioni sono varie, ad esempio una dei principali fattori è l’alimentazione della mamma, come abbiamo detto nell’articolo precedente. Alcune manovre che vengono insegnate ai genitori durante il corso di massaggio neonatale, servono a diminuire la frequenza degli episodi, inoltre possono essere molto utili anche in caso di stipsi o irrequietezza.
Il rilassamento
Il massaggio rilassa molto sia la mamma che il bimbo, attraverso il “tocco”, la comunicazione non verbale si trasmette serenità, amore, presenza con il risultato di bimbi più sereni e meno notti in bianco per i genitori. Aumenta le difese immunitarie e velocizza la crescita.
Il tempo
Il tempo momento importante per la mamma/papà e bimbo. Il tempo per sé, rilassarsi prima di massaggiare il bimbo, il tempo mamma/papà-bimbo, un tempo piccolo ma grande nell’insieme, una medicina per la crescita del proprio bimbo e per la serenità dei genitori. Un ritaglio di tempo dove il mondo è fuori, esiste solo mamma/papà e bimbo, il massaggio è il mezzo per stare con il proprio bimbo aiutandolo nello sviluppo, stimolazione, protezione, comunicazione, legame, benessere. Ovviamente tutto questo è condiviso tra la mamma e il papà figura importantissima, proprio per la compattezza che si crea, i due genitori che fanno da argine nella crescita del proprio bimbo, donandogli amore e sicurezza. Purtroppo spesso oggi è difficile trovare “il tempo”, in genere i genitori lavorano ambedue e al rientro si è stanchi e stressati, e in colpa perché si è lasciato il bimbo tutto il giorno dai nonni oppure al nido, ma motivo in più per trovare quel “tempo”, che rafforza la sicurezza del bimbo e allontana quei sensi di colpa che spesso affliggono i genitori portando serenità in tutta la famiglia.
I benefici.
I benefici sono genitori più sereni, bimbi altrettanto sereni, sicuri, forti.
Fréderic Leboryer ginecologo e ostetrico francese nato nel 1918 è stato il precursore del parto dolce e autore di alcuni libri proprio sulla nascita dolce e il contatto mamma-bambino, descrive il massaggio con questa frase che a me piace molto.
Il massaggio dei neonati è un’arte antica e profonda.
Semplice ma difficile.
Difficile perché semplice come tutto ciò che è profondo.
(Fréderic Leboryer)

Il principio trans personale dei Fiori di Bach

Ora parliamo in modo più approfondito dei Fiori di Bach per uso interno ed uso esterno attraverso i “principi transpersonali”.

Perché scegliere i Fiori di Bach?
La natura è completa ci offre veramente una soluzione a qualsiasi problema, ma deve sempre esserci una buona attenzione alle controindicazioni, si, anche nei rimedi naturali ci sono le controindicazioni.
– I Fiori di Bach non hanno controindicazioni di nessun genere.
– Non hanno effetti collaterali.
– Possono servire da supporto nelle terapie allopatiche e non.
– Sicurezza, sono conosciuti e studiati da 60 anni.
– I Fiori di Bach agiscono a livello energetico sottile.
– Hanno un azione sulla causa profonda della malattia.
– Agiscono su tutti piani mentali, emozionali e spirituali della persona quindi una soluzione olistica.
– I Fiori agiscono ripermealizzando la connessione del Sé Superiore/Personalità.
– Possono essere usati in qualsiasi situazione ed età, nei momenti più delicati come gravidanza, parto, neonato, oltre all’uomo possono essere usati per gli animali e piante .
– Agiscono sulla disarmonia con la loro frequenza vibrazionale, quindi sul principio negativo da correggere.
Cosa vuol dire Principio Transpersonale?
Il Principio Transpersonale è un concetto secondo cui l’azione del fiore va al di là della personalità ed il rimedio è visto come uno schema primordiale espresso in negativo e che racchiude ciò che i fiori correggono.(tratto dal libro del dottor R.Orozco).
Secondo questo concetto si può infatti ricavare il Principio Transpersonale traducendo il linguaggio mentale-emozionale dei fiori in altri aspetti quali quello fisico, fisiologico, cellulare.
Chi è il dottor R. Orozco?
Ricardo Orozco è il presidente e cofondatore della Società per lo studio e la diffusione della floriterapia di Edward Bach, si occupa di essa dal 1984 ed è stato docente presso l’Università “Ramon Lull” di Barcellona e Terragona. Ancora oggi è considerato uno delle massime autorità in Floriterapia e tra i vari meriti che gli sono stati attribuiti è quello di aver introdotto il Principio Transpersonale che permette un uso interno ed esterno della floriterapia.
Come ed in quali situazioni possiamo usare i Fiori di Bach in trattamenti esterni?
Possiamo usare i Fiori veicolandoli con creme a base naturale, oli vegetali, latte per il corpo, gel,( in genere il gel di Aloe), con la preparazione di argilla ed anche in caso di colliri useremo una soluzione fisiologica che si trovano in commercio in fiale da 10 ml ovviamente si raccomanda un assoluta asepsi.
In quali casi possiamo usare trattamenti esterni con i Fiori?
Le essenze floreali veicolati con le creme o altro possono aiutarci in : dermatiti, dermatiti da pannolino, psoriasi, acne, edemi degli arti, eczemi, acne, allergie cutanee, flemmoni, ascessi, dolori intensi articolari, prurito, punture di insetti ecc.
Quindi oserei dire che i Fiori di Bach non hanno limiti e possono essere completi per ogni situazione, e nelle situazioni particolarmente difficile ove la medicina allopatica è d’obbligo, possono servire come supporto per una migliore accettazione e sostegno .

Benvenuti sul Blog di Grieco Rosa

Siamo online con il nostro Blog Fiori di bach VareseGrieco Rosa dedicato ai nostri clienti fedeli e a tutti coloro che navigando entreranno in contatto con noi.

Aprire un blog interamente dedicato alla nostra azienda, rappresenta l’inizio di una nuova avventura, nella quale mettere a disposizione tutte le nostre conoscenze ma soprattutto ci offre l’opportunità di raggiungere chi non ci conosce, chi può trovare nella nostra realtà un interessante novità da scoprire.

Il nostro obiettivo è quello di raccontare il meglio della nostra azienda, offrire maggiori informazioni sui nostri servizi e rispondere ai commenti e alle richieste degli utenti web. Non esitate quindi a contattarci o richiedere approfondimenti, cercheremo di soddisfare al meglio e in tempi brevi le vostre richieste.

Scorrendo fra le pagine del nostro sito, troverete informazioni utili sulla nostra attività, le immagini della nostra location e gli indirizzi utili per raggiungerci via email, telefono o in sede.

Tutto lo staff di Grieco Rosa vi augura quindi una buona lettura