Usi, Proprietà e Controindicazioni dell’Olio Essenziale di Menta.

a cura di Grieco Rosa
La #Menta è una pianta erbacea perenne, che appartiene alla famiglia delle Labiate, e ve sono diverse specie, la più conosciuta è la menta piperita ed è diffusa in tutta Europa, coltivata nei campi, orti e vasi d’appartamento, praticamente è presente quasi in tutte le case, cresce anche allo stato selvatico, ed hanno uno straordinario potere di incroci e ibridazione e perciò si riproducono in diverse forme. E’ un erba aromatica con innumerevoli virtù terapeutiche ed un profumo pungente e rinfrescante, generalmente viene usata in cucina per apportare un tocco di aroma e freschezza ai cibi. La menta era nota sin dalle antichità e Ippocrate ne aveva riconosciuto le sue proprietà diuretiche, veniva usata nei riti religiosi.
L’Olio essenziale di menta piperita ha innumerevoli proprietà terapeutiche, spesso usata nel campo estetic.
Proprietà curative:
l’olio essenziale di Menta viene estratto per distillazione a vapore dalle foglie ed è una nota di Testa.
Ha potere
– Rinfrescante
– Disinfettante
– raffreddore
– Raucedine
– Tosse
– Antispasmodica del tratto gastrointestinale
– Cefalee
– Nevralgie
– infezioni fungine (candida)
– Herpes simplex e zoster.
Le foglie della menta possono essere usate anche per fare tisane e decotti, utilissimi per problemi gastrointestinali.
L’olio essenziale può essere usato 3 gocce in un diffusore per aiutarci in caso di tosse, raucedine sindrome da raffreddamento aiuta le vie respiratorie ad eliminare le secrezioni. Oppure può essere usato in inverno per purificare l’aria di una camera, il suo aroma darà una sensazione piacevole di fresco e aria pulita nonostante le finestre chiuse.
In caso di dolori articolari o reumatismo 2 gocce in olio di mandorle per massaggiare la parte dolorante con un ottimo beneficio.
Mescolato ad altri oli essenziali tipo Eucalipto, timo, tree oil, diffusi nell’aria oppure aggiunte ad una crema idratante normale, spalmata sul torace e sotto la pianta dei piedi può essere molto utile in caso di tosse, raffreddore, naso chiuso.

MENTA

Proprietà ed utilizzo delle Bacche di Goji

A cura di Grieco Rosa

Le #Bacche di #Goji ovvero Lycium Barbarum, sono della famiglia delle solanacee, arrivano dalla Cina, i suoi effetti antiossidanti, rinvigorenti ed antistress sono ormai noti e conosciuti. Secondo il “New Scientist” le proprietà di questo frutto sono un importante risorsa per la nostra salute. I più bei frutti raccolti verranno soprannominati “ red diamonds”, diamanti rossi, perché questo è il valore, non esclusivamente economico dato a questi gioielli della natura. Contengono luteina, zaexatina betacryptoxantina, che hanno una funzione antiossidante e assicurano una protezione cardiovascolare e neurologica . Flavonoidi che fungono da spazzini dei radicali liberi, quindi protezione vascolare, immunitaria, epatica e cardiaca. Per non parlare poi del quantitativo non indifferente di vitamina A, B, C, E di circa 500 volte maggiore all’arancio, le potenzialità antinfiammatorie sono veramente incredibili.
La dott.ssa Vivienne Reeve dell’Università di Sidney , guidò poi un equipe di scienziati alla ricerca di evidenze scientifiche inerenti alla prevenzione delle scottature solari ed il combattimento dei tumori cutanei grazie all’assunzione sistematica del Goji . Nel 1994 l’Università di Shangay commissionò una ricerca che dimostrò che l’assunzione quotidiana di estratto di polisaccaridi LPB del Goji riusciva in 79 soggetti malati a portare ad una remissione del tumore pari al 40,9% mentre quelli che non lo assunsero, ma vennero curati con altre terapie, ebbero una remissione del 16%.
È del 1997 la ricerca della dott.ssa Kaufmann che mise in evidenza come la presenza di Cromo Picolinato nelLycium incentivasse la sensibilità insulinica ed allontanasse cosi rischi di pericolosi sbalzi glicemici. La stessa multinazionale Nestlè oggi sta conducendo interessanti studi circa le capacità riducenti sulla glicemia nel sangue da parte del Lycium Barbarum ed il loro ricercatore, il dott. Emilio Minelli del Centro Medicine Tradizionali OMS, ha considerato che“ il Goji va bene per l’iperglicemia, in tisane ed integratori prescritti dal medico, ma non va bene in gravidanza”.
Pochissime sono le precauzioni da adottare assumendo le bacche di Goji. Se ne sconsiglia l’assunzione se si è in cura con medicinali anticoagulanti che contengano Warfarin perché si avrebbe un amplificazione degli effetti dei composti cumarinici (ricerca condotta da Dr. Rivera, Ferro, Bursua e Gerber). Se ne sconsiglia l’assunzione anche in presenza di organi trapiantati perché l’effetto del Goji potrebbe contrastare i farmaci antirigetto. Secondo i dettami della comunità scientifica i dosaggi di somministrazione sono di 20 gr al giorno di bacche. Ovviamente sempre dopo consiglio medico.
bacche di goji

Proprietà dell’Aloe vera

a cura di Grieco Rosa
Aloe Vera =aloe barbadensis è della famiglia delle Liliacee. Originaria dell’Africa del Sud ed è stata introdotta dall’uomo nel Mediterraneo e attualmente cresce in tutto il mondo e si può coltivare anche in casa in un normale vaso. Ha la forma di un cactus ed è una pianta grassa perenne. Era considerata dagli Egizi la pianta dell’immortalità, infatti la usavano anche per l’imbalsamazione. E’ una pianta che riesce a sopravvivere in luoghi dove veramente le altre piante non riuscirebbero a sopravvivere, questo perché le sue foglie sono in grado di trattenere una gran quantità di umidità. Abbiamo testimonianze di Sumeri, Greci, Romani, Arabi, Tuareg, veniva usata dagli antichi medici cinesi, popoli Indù, Russi, e Indiani d’America. Carlo Magno e i Beduini la chiamavano “ il giglio del deserto”. Abbiamo circa 400 specie ma solo 2/3 tipi posseggono proprietà curative, la più conosciuta è l’Aloe Vera. Un tipo di aloe che contiene più proprietà è l’Aloe arborescens soprannominata la parente povera della famiglia, per un motivo molto semplice le foglie sono meno polpose e quindi contengono meno quantita di gel, e rende meno nella lavorazione.
Vengono usate le parti interne delle foglie che sono composte da una sostanza gelatinosa. in commercio troviamo sia la bevanda che il gel corpo, viso, mani.
Allieva problemi digestivi, facilita il rinnovarsi della mucosa gastrica ed intestinale, penetra nel tessuto cellulare ed elimina le cellule morte aiutando la rigenerazione delle nuove, ottimo disintossicante, immunostimolante, aiuta a migliorare i tessuti cutanei, aiuta nel carico di lavoro eccessivo, stress, studio, epatoprotettore, riequilibra il PH ematico, viene usato nelle parassitosi ed il DOTTOR ROMANO ZAGO lo consiglia anche come anti-cancro infatti ne parla in un suo libro “ come guarire dal cancro”.
Nel’uso esterno è un idratante, cicatrizzante, rigeneratore epiteliale, si usa nelle scottature, herpes, candida albicans, dermatiti. Da usare sempre dopo consiglio medico.
Da non usare in gravidanza e durante l’allattamento. Provare sempre piccolissime quantità prima, per l’eventualità di una reazione allergia verso il prodotto.
Da sospendere in caso in cui notiamo un cambio di colore delle urine che diventano rosa o rosse. Non aumentare i dosaggi consigliati.
Si può preparare in casa che sicuramente è più sicura di quella in commercio, ma ha un procedimento molto elaborato.
I dosaggi in genere sono di 1 cucchiaio al giorno, in ½ bicchiere di acqua ½ ora prima della colazione, e cena, inizialmente è meglio provare con un solo cucchiaino al giorno e controllare che non ci siano variazioni del colore delle urine oppure altre sintomatologie, come mal di pancia visto che funge anche da blando lassativo, oppure presenza di eritema.
aloe

#Proprietà delle Bacche di Acai

a cura di Grieco Rosa

Salve da un po’ di tempo diversi miei clienti chiedono informazione sulle bacche di Acai.
Bene, le bacche di Acai crescono in Amazzonia, sono un frutto di una palma che si trova nella foresta settentrionale del Brasile, fa parte della famiglia delle Arecaceae. E’ stato scoperto da poco e alcuni studi effettuati su di esso hanno dimostrato che è sicuramente il frutto più energetico dell’Amazzonia. Grazie all’alta presenza di antociani ( antiossidanti) sono in grado di contrastare l’invecchiamento precoce, mentre gli steroli presenti svolgono una buona azione antinfiammatoria, la presenza di omega 3,6,9 contrastano il colesterolo, le fibre contenenti regolarizzano l’intestino. Si trovano in commercio in diverse forme ovviamente a mio parere consiglio sempre quello più naturale possibile in polvere, quello in bevanda contiene guaranà e quindi in alcuni soggetti è controindicato. Viene consigliato come dimagrante ma in realtà non ha esattamente questa competenza, per dimagrire è utile uno stile di vita adeguato, 5 pasti al giorno, ed un largo consumo di frutta e verdurae attività fisica. Consiglio vivamente di non seguire mode di prodotti sicuramente utili ed energetici ma non utili per la perdita di peso. Al momento nessuno studio effettuato sul prodotto conferma questa diceria. Da usare sempre previo consiglio medico, Da non usare in gravidanza e durante l’allattamento.
bacche di acai