I Benefici e le controindicazione dello splendido frutto degli Dei. “Il Melograno”

A cura di Grieco Rosa

Il melograno appartiene alla famiglia delle Punicaceae, originaria del sud-ovest asiatico. Oggi viene coltivata anche in Italia e Spagna. Vive in ambienti semidesertici, per questo veniva associato all’immortalità. I suoi chicchi sono simbolo di prosperità e fertilità, infatti nell’antica Roma le spose usavano ornare i capelli con rami di melagrana, ed in Cina gli sposi ancora ne mangiano alcuni chicchi durante la prima notte di nozze. Gli antichi Egizi ne avevano riconosciuti le sue proprietà curative ed è stato successivamente confermato dalla medicina moderna.
I suoi poteri sono vasti ed inoltre ultimi studi scientifici pubblicati su Translational Oncology, confermerebbero che attraverso l’acido ellagico e i flavonoidi, sostanze antiossidanti presenti nel succo di melograno, distruggerebbero alcune cellule tumorali.
Le sue proprietà.
– Agisce sul colesterolo cattivo(LDL)abbassandolo e alzando quello cosiddetto buono(HDL).
– Molto utile nelle anemie, per il suo altissimo contenuto di Ferro.
– Contiene vitamina k, C, A, B, Calcio, Magnesio, Fosforo, manganese, e zinco, antiossidanti.
– Protegge la pelle dai Raggi UV, agendo come fattore preventivo anche sui tumori della pelle.
– Aiuta nei disturbi gastrici.
– Elimina parassiti intestinali compreso la Tenia (verme solitario).
– I semi sminuzzati usati come decotto fermano la Diarrea.
– Grazie agli antiossidanti e vitamine è in grado di rallentare il processo di invecchiamento cellulare agendo anche sulla formazione delle rughe, riducendo anche l’iperpigmentazione della pelle (macchie dell’età).
– Da ultimi studi effettuati risulterebbe anche che agisca rallentando il processo di Alzhaimer.
– Aiuta la circolazione, evita la formazione di coaguli.
– Ha una funzione preventiva sul sistema cardiocircolatorio.
– Agisce favorevolmente su ansia e depressione.
– Aumenta le difese immunitarie.
– Protegge i denti dalla carie.

Come si usa?
Un bicchiere di succo di melagrana al mattino, per un periodo di 3 mesi.
Lo troviamo in vendita nelle farmacie o erboristerie, ma è preferibile, per mantenere tutte le qualità del frutto integre, prepararlo noi stessi.
Non è assolutamente complicato, abbiamo solo bisogno di uno spremiagrumi o estrattore e tagliare il frutto maturo come se fosse un arancia o limone facendo attenzione a non tagliare gli arilli (chicchi).
Attenzione a non macchiare gli abiti perché le macchie non vengono via. E’ un frutto che troviamo fresco in autunno.
Controindicazioni
E’ controindicato assolutamente per chi fa uso di farmaci anti-ipertensivi, antidepressivi, antinfiammatori. Non superare le dosi (1 bicchiere al giorno), potrebbe scatenare un intossicazione. Se durante il trattamento notiamo che si presentano cefalea, nausea, vertigini, sonnolenza sospendiamolo e parliamone con il nostro medico. Teniamo presente che potrebbero presentarsi sintomi di allergia come un qualsiasi prodotto alimentare.
melograno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*