L’argilla

A cura di Grieco Rosa
L’uso dell’argilla risale all’inizio della storia umana, l’uomo osservò che gli animali feriti, o malati, cercavano il fango per spalmarne il corpo. Può essere usato sia per uso interno che per uso esterno. E’ diffusa in Cina, India, Egitto, America Meridionale, Ha un potere antisettico depurante, assorbente, battericida, cicatrizzante, energizzante, mineralizzante veniva impiegata dagli Egizi nei processi di mummificazione. Deriva dalle durissime e primordiali rocce granitiche, che vengono erose, in millenari processi da parte di agenti atmosferici come acqua, vento, sole e calore vulcanico, contiene silicato di alluminio, calcio, ferro, magnesio, ed oligoelementi come argento, ferro, oro, rame. L’argilla la si può trovare di vari colori: bianca, verde, rossa, ciò è dovuto alla diversità dei suoi componenti. Le più usate sono l’argilla verde e bianca. Per uso esterno può essere usato nei dolori articolari, reumatismo, lombaggine, dermatosi, slogature, distorsioni, eczema, edema, emorroidi, scottature, foruncoli, dolori alle gambe. Si possono preparare maschere di pulizia per il viso, in caso di acne, untuosità, pori dilatati, foruncoli. Si possono fare anche bagni, maniluvi, pediluvi, sciacqui, gargarismi.
La maschera si prepara mescolando un cucchiaio di argilla con acqua sufficiente ad impastarla e a farla diventare cremosa, in una tazza di ceramica o un bicchiere di vetro, utilizzando un cucchiaio di legno, mai di metallo, la pasta ottenuta si applica sulla pelle del viso e si lascia per 15-20 minuti, si asporta sciacquando delicatamente, si può ripetere una/due volte la settimana, secondo il tipo di pelle, più o meno grassa, per pelli secche aggiungere un cucchiaino di olio di mandorle dolci oppure di olivo. Mentre in caso di distorsioni reumatismi ecc. si prepara allo stesso modo solo un po’ più denso e il quantitativo cambia in base alla superficie da trattare, si copre con una pellicola ed un panno di lana possibilmente caldo, si può fare agire dalla mezz’ora ad alcune ore un paio di volte al di. Per dolori articolari mani e piedi si scioglie un cucchiaio di argilla per litro d’acqua e si utilizza questa sospensione una sola volta, lasciando a bagno 20 minuti, ripetendo due o più volte al giorno.
Per uso interno è un ottimo assorbente, disintossicante, depurativa, cicatrizzante, re mineralizzante, come antiacido, antinfiammatoria.
Si prepara la sera versando un cucchiaino di argilla verde ventilata in un bicchiere di acqua, mescolando a lungo con un cucchiaio di legno, mai metallico, e lasciando riposare tutta la notte. Si beve al mattino a digiuno solo l’acqua argillosa, eliminando il deposito che resta sul fondo del bicchiere. Tutto questo per circa un mese; dopo un intervallo di 10 giorni si può ripetere nuovamente, per un’altro mese. Questo trattamento salutare si può effettuare due, tre volte l’anno. In gravidanza e allattamento usare solo dietro consiglio medico
argilla

Un pensiero su “L’argilla”

  • Ottimo prodotto. Su consiglio della dott.ssa Grieco ho usato l’argilla verde varie volte per infiammaziomi articolari, problemi sempre risolti. Se ne consiglia l’uso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*